Briganti al Piccolo Teatro Iqbal Masih

Loading Events

Briganti
(Bandits)
arriva al Piccolo Teatro Iqbal masih.

Lo spettacolo “Briganti” nasce nel febbraio 2000 attraverso un primo lavoro di ricerca prettamente storico – sociale. Il lavoro infatti affronta le tematiche del brigantaggio meridionale post-unitario (1860-61). La scena si svolge in una cella delle carceri del ex-Regno delle Due Sicilie, dove, attraverso le memorie di un giovane meridionale caduto prigioniero in battaglia, si rivivono avvenimenti ed episodi che hanno segnato la vita delle popolazioni del Mezzogiorno d’Italia prodotti dallo scontro fra il nuovo ordine costituito e reazionari.

L’intero universo dei fatti narrati trae spunto da documenti storici di vicende realmente accadute e spesso tralasciate dalla storiografia ufficiale. Ad essi, però, si mescola il mondo della tradizione orale popolare, non privo di spunti fantastici.

On stage there is a chair, a saucepan and a hanging lamp, there are nine characters and they change gender and dialects, but there is only one interpreter, Gianfranco Berardi. Oscillating between strict dialect, Italian and certain Nordic accents, the protagonist in a dream evokes his mother, his girlfriend, the priest who marries them and preaches, their fellow soldiers and Garibaldi himself, with great ease and happiness of those who see him transform and change environment thanks to his voice and gestures, masterfully exploiting the lights he sets, which at a certain point also allow him to mount a dialogue between three characters obtained by lighting up the right cheek, the left and the face in front.
da La Repubblica – Franco Quadri

Per info e prenotazioni per Briganti contattare il Piccolo Teatro Iqbal Masih: 327 358 7181

 

 

ABOUT US

Vestibulum nec velit ante. Praesent dignissim interdum est, in lacinia elit pretium nec. Aliquam erat volutpat. Fusce laoreet mi leo. Vestibulum nec velit ante. Praesent dignissim interdum est, in lacinia elit pretium nec. Aliquam erat volutpat. Fusce laoreet mi leo.

Recent Works

Go to Top